Nel cuore pulsante della cosmesi aromaterapica e naturale, l’olio essenziale di arancio (CITRUS SINENSIS ) si distingue come un ingrediente prezioso e poliedrico. Con la sua fragranza inebriante e i suoi effetti benefici sia sulla pelle sia sul benessere emotivo, quest’olio è una perla nel mondo dell’aromaterapia e della cura naturale del corpo. Scopriamo insieme la storia, le proprietà curative e aromaterapiche, e gli aspetti chimici di questo olio essenziale straordinario.

Frutti così squisiti e belli non potevano non essere legati a un mito.
Fu, agli inizi del Cinquecento, Giovanni Gioviano Pontano nel poema De Hortis Hesperidum a consacrarli come i «pomi d’oro» del giardino delle Esperidi, le tre ninfe figlie di Espero dio della Notte, in cui crescevano alberi preziosi sorvegliati da un feroce serpente. Ercole, in una delle sue fatiche, ucciderà Espero e ruberà i frutti portandoli in dono a Euristeo che glieli aveva chiesti «mosso dal disio dei pomi», come ha raccontato Boccaccio. Dove fossero i mitici giardini è stata questione a lungo dibattuta. Si è pensato ai giardini della reggia di Anteo in Mauritania, a un bosco sacro vicino a Sirte in Libia, alle isole Fortunate (le odierne Canarie), alle isole Gorgonie (Capo Verde) e addirittura alle isole dei Caraibi nelle Americhe.

Un tuffo nella storia: le radici dell’olio di Arancio

L’olio essenziale di arancio, con la sua storia che affonda le radici nell’antica Cina e nel Mediterraneo, è stato un tesoro della medicina naturale per secoli. Amato per il suo profumo vivace e per le sue versatili proprietà, ha attraversato epoche e culture, diventando un elemento fondamentale nella cosmesi e nell’aromaterapia moderna.

In Italia

La Conca d’Oro di Palermo costituì, per le grandi coltivazioni di arancio, una delle meraviglie dell’agricoltura araba di tutto il bacino del Mediterraneo. Nei secoli successivi registriamo gli splendori della coltivazione nelle serre del Garda, che rifornivano le tavole dei grandi signori di Venezia e Milano, e sulla costa genovese, dove i frutti erano destinati alla produzione di canditi.
Più di tre secoli fa, introdotti da saraceni e schiavoni, si diffondono sulle coste pugliesi coltivazioni di agrumi le cui caratteristiche si differenziano ben presto dalle altre specie italiane, come nel caso del Gargano. Grazie alla natura carsica del suo terreno e alle condizioni climatiche il Promontorio offrì allora le condizioni per il massimo sviluppo del limone femminello del Gargano e dell’arancia del Gargano che nei secoli successivi trainarono l’economia della zona grazie alla produzione dell’oasi agrumaia di Rodi Garganico e di San Menaio.
Alla metà dell’Ottocento arancio e limone incominciano una repentina diffusione anche sulle coste sicule e su quelle calabresi.

Proprietà curative e aromaterapiche: una sinergia perfetta per corpo e mente

L’olio essenziale di arancio si distingue per le sue eccezionali proprietà, che lo rendono un ingrediente ideale sia per la cura del corpo sia per il benessere emotivo:

  • Rivitalizzante per la pelle: ricco di antiossidanti, questo olio aiuta a combattere i segni dell’invecchiamento, promuove la rigenerazione cellulare e dona luminosità alla pelle.
  • Proprietà purificanti: efficiente contro i batteri, è ideale per mantenere la pelle pulita e sana..
  • Aromaterapia emozionale 
    L’olio essenziale di arancio, aiuta a rilassare, combatte tensione nervosa e stress. Possiede una spiccata azione equilibrante. Solare e radioso, promuove la gioia, l’allegria e l’ottimismo. Riscalda, la mente e il cuore, dona conforto e sollievo. Un prezioso compagno nei momenti di tristezza, disorientamento e inquietudine. Dona stabilità e tranquillità, solleva il morale e riattiva le energie. Leggero stimolante efficace nei momenti di pigrizia, di inattività, di mancanza di motivazione e di noia. Favorisce la creatività.

La chimica dell’olio di Arancio: una danza di molecole

A livello chimico, l’olio essenziale di arancio è un compendio di molecole benefiche. Il limonene domina con il suo profumo caratteristico, mentre altri composti come il mircene e l’α-pinene aggiungono proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Questa complessità molecolare è la chiave dei suoi molteplici benefici.

Applicazioni nella cosmesi aromaterapica e naturale

Nel campo dell’aromaterapia e della cosmesi naturale, l’olio di arancio trova impieghi vari: può essere diffuso nell’ambiente per un effetto rilassante, aggiunto a oli vettori per massaggi o incorporato in prodotti per la cura della pelle. Ricordate sempre di diluirlo adeguatamente prima dell’uso diretto sulla pelle.

L’olio essenziale di arancio è un vero dono della natura, unendo in sé benefici per la pelle e per lo spirito. La sua storia millenaria, le proprietà curative e aromaterapiche, e la sua struttura chimica lo rendono un elemento indispensabile per chiunque sia appassionato di cosmesi aromaterapica e naturale. Abbracciando il potere dell’olio di arancio, possiamo avvicinarci a uno stile di vita più armonioso e naturale.

Lo trovi nei nostri cosmetici aromaterapici:

Olio corpo Arancio Lavanda, Scrub corpo Arancio Lavanda, Detergente aromaterapico Arancio Lavanda, Balsamo aromaterapico Arancio Lavanda e nei Saponi Solidi Agrumi, Mirto e Arancio